LANGUAGE:
MENU

mostre

Hans Steiner Rio - Il segno ritrovato

Mostra tenuta presso il Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia

HANS STEINER RIO - IL SEGNO RITROVATO


A quarant'anni dall'ultima mostra dell'artista, i musei provinciali di Gorizia ospitano la mostra "Hans Steiner_rio / Il segno ritrovato", prima antologica realizzata in Italia, con un centinaio di opere tra lastre e incisioni, con l'intento di valorizzare questo peintre-graveur
 

 


 

Dove:
Piano terra di Palazzo Attems Petzenstein
Piazza De Amicis, 2 GO

Periodo e orari:
9 settembre – 13 novembre 2016
Mercoledì – domenica 10-17
Giovedì 10-19

Contatti:
Info: tel. 0481 547499 / 0481 547541
www.hsteiner.it
musei@provincia.gorizia.it
 

Tariffe:

 
  • Intero: 6,00 € per sede: Pl. Attems o Musei B.go Castello;
  • ridotto: 3,00 € per sede: gruppi familiari con almeno 1 minorenne, sino ai 25 anni, gruppi di almeno 10 persone;
  • intero comulativo: 7,00 €: Pl Attems E Musei B.go Castello;
  • ridotto comulativo. 4,00 €: come sopra;
  • ridotto scolaresche 1,00 € (per ciascun alunno);
  • gratuito: minorenni, insegnanti nell'esercizio delle proprie funzioni (accompagnamento scolaresche), accompagnatori turistici e guide munite di attestato rilasciato da autorità competenti, giornalisti, disabili e loro accompagnatore, per TUTTI la prima domenica del mese;
 

Per quanto riguarda le visite guidate, previa prenotazione, sono valide le seguenti tariffe:

INTERA, per ciascun componente:

 
  • 1 persona: 20,00€;
  • 2 persone: 10,00€;
  • da 3 a 5 persone: 5,00€;
  • da 6 a 9 persone: 3,00€.
 

RIDOTTA, 2,00 € per ciascun componente:

 
  • scolaresche;
  • gruppi di almeno 10 persone;
 

Didattica:

  • laboratori compresa visita guidata (iniziative non con un calendario regolare, ma in funzione delle iniziative concordate) 4,00 €;
  • escursioni sul territorio, a persona in aggiunta alla tariffa "visite Guidate", 4,00€;
 

N.B. I gruppi sono max di 25 persone per guida.

 

 


 

IL SEGNO RITROVATO

Ho sempre detto che sei nato per essere grafico. Continua a lavorare e non lasciarti influenzare dalle teorie altrui. Devi solo lavorare e un giorno si parlerà di te
— Carlos Oswald


Queste le parole che Carlos Oswald - l’artista che eseguì il disegno finale del “Cristo Redentore” di Rio de Janeiro - ripeteva al suo allievo preferito, Hans Steiner_Rio. Nativo di Graz ma goriziano d’adozione, questo grande incisore del 900, morto a Gorizia nel 1974, diviene noto con l’appellativo di Rio in omaggio a Rio de Janeiro, città dove aveva a lungo vissuto e operato.

Il lascito dell’artista formato da centinaia di lastre e da più di 300 incisioni, che è stato di recente messo a disposizione dai proprietari (famiglia Laura Muzzo) con l’intento di valorizzare il lavoro di questo peintre-graveur, è alla base del grande omaggio che la città di Gorizia vuole rendere all’opera incisoria di Steiner_Rio, fatta di immagini dalla sorprendente forza espressiva. La mostra “Hans Stainer_Rio l Il segno ritrovato” – ideata a promossa dall’Associazione Culturale Ethos con i Musei Provinciali di Gorizia, primo evento organizzato a Gorizia con il neo nato ERPAC, l’Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Friuli Venezia Giulia - è in assoluto la prima antologica dell’artista a quarant’anni dall’ultima mostra:
un'importante retrospettiva dedicata ad un vero e proprio “ambasciatore dei due mondi”, che ha messo in dialogo il Brasile e la vecchia Europa. L’artista Franco Dugo, il critico d'arte di Sãn Paolo del Brasile Paulo Leones Gomes Vergolino, il curatore della Pinacoteca dei Musei Provinciali di Palazzo Attems -Petzenstein Alessandro Quinzi e il critico d’arte Giancarlo Pauletto, responsabile culturale del progetto, compongono il Comitato scientifico Internazionale, affiancati dalla referente del progetto Patrizia Barbieri dell'Associazione Ethos.

La mostra “Hans Steiner _ Rio l Il segno ritrovato”, che sarà affiancata da un’ampia monografia (a cura di Chiara Aglialoro e Alessandro Quinzi), intende valorizzare l’opera incisoria di Steiner-Rio attraverso un percorso espositivo che presenti al pubblico il materiale artistico di maggiore pregio sia da un punto di vista tecnico (xilografie, puntesecche, acquatinte, acquaforti) sia da un punto di vista dei contenuti. Ma sarà messo in risalto anche il valore e la figura di Steiner come “ambasciatore” della cultura e cantore del paesaggio brasiliano in Italia e in tutta Europa.


Catalogo disponibile in mostra
Iniziativa promossa e realizzata da: Associazione Culturale ETHOS in collaborazione con Musei Provinciali di Gorizia Palazzo Attems Petzenstein; ERPAC Ente Regionale Patrimonio Culturale della Regione Friuli Venezia Giulia.

Per saperne di più sull'evento potete visitare la pagina ufficiale:

Hans Steiner Rio - Il segno ritrovato